post

Cucina Povera: alla scoperta della Tradizione Romana

hosteria romana

Il termine “Hosteria Romana” è la variante antica, con la riproduzione dell’h etimologica della base latina. Oggi, naturalmente, non si usa più Hosteria Romana, ma più semplicemente Osteria Romana.

Se vuoi conoscere altri aneddoti e curiosità sulla storia della cucina povera romana?

Sapere da dove nascono le ricette antiche che tanto hanno regalato alla tradizione culinaria della Capitale d’Italia e non solo?

Allora sei fortunato, perché in questo articolo intraprenderemo un viaggio alla scoperta delle radici del gusto.

Partendo dalle ricette romane antiche, fino ad espanderci verso le influenze avute sulla cucina povera regionale e nazionale.

Dai cibi tipici del Lazio ai piatti italiani più invidiati ed imitati al mondo.

Ce n’è per tutti i gusti: dalle pietanze a base di carne a quelli di pesce e alle verdure.

Senti già un certo languorino? Allora iniziamo subito.

Buona lettura.

ORIGINI E RICETTE DELLA CUCINA POVERA ROMANA

Dai piatti poveri della cucina popolare romana sono nate ricette memorabili. Che ancora oggi sono immancabili sulle tavole dei romani e che lasciano stupefatti i tanti turisti che affollano la Capitale. Il segreto di queste ricette sta in due “ingredienti” particolari. Che però hanno sempre fatto la differenza. Andiamo a scoprire quali sono e in quali piatti possiamo ritrovarli.

DAL QUINTO QUARTO ALLA CUCINA CONTADINA POVERA

Gli ingredienti speciali della cucina povera romana, di cui accennavamo, si chiamano orgoglio e ingegno.

Si, proprio così.

L’orgoglio delle classi più povere, che dovevano riuscire a sfamare loro stessi o la famiglia, dopo essersi spaccate la schiena di lavoro.

E il loro ingegno nel cercare di sfruttare appieno quei pochi ingredienti a loro disposizione. Riuscendo ugualmente a dar vita ad un pasto dignitoso. Ma anche buono e saporito.

Insomma bisognava arrangiarsi, dalla cucina contadina e le tradizionali ricette cicoria e fagioli, fino ai piatti poveri della cucina italiana più elaborati.

Ma il simbolo della cucina povera romana per eccellenza è il cosiddetto quinto quarto. Ovvero ciò che rimaneva dell’animale, dopo che le parti più pregiate (i due quarti anteriori e i due quarti posteriori) finivano nelle tavole dei più benestanti.

C’è molta carne nelle ricette povere di una volta, ma non solo.

Pensiamo per esempio al pesce, da sempre molto amato dai romani. Come non citare i famosi ceci e baccalà alla romana?

E poi, grazie ai prodotti del vicino Agro, delle farinate e dei legumi, c’è ampio spazio anche per alimenti vegetariani. Ricette povere e veloci. Ma soprattutto gustose.

PIATTI POVERI: RICETTE ROMANE

A questo punto, ci rimane soltanto di illustrarti concretamente le migliori specialità della tradizione povera romana.

Abbiamo estrapolato per te, dal nostro menu, una sorta di ricettario che comprende alcune delle ricette povere più importanti. Eccole:

  • Bruschette – Esistono ricette con il pane più semplici e famose nel mondo?
  • Polpette e zucchine ripiene – In passato rappresentava il piatto unico del martedì. Grazie al riciclo degli avanzi del bollito;
  • Frittata di patate – Tradizionalmente servito come specialità romana economica, ma allo stesso tempo saporita e nutriente;
  • Fritti misti vegetali – Piatto leggero, vegetariano e sfizioso. Noi la facciamo con zucchine romanesche, broccoli romaneschi e peperoni;
  • Zuppa di crostacei – L’equivalente del quinto quarto in versione piatto da mare. Nel senso che per realizzarlo venivano utilizzate le parti del pesce rimaste invendute;
  • Bollito alla Picchiapò – L’esempio perfetto di come con un solo ingrediente si poteva preparare un pasto completo. Dal brodo per il primo alla carne per il secondo;
  • Coda alla Vaccinara – Uno dei piatti più buoni e famosi della cucina povera. Nasce nelle osterie tipiche del Rione nel quale abitavano i “Vaccinari”.  Ovvero coloro i quali macellavano i bovini;
  • Pollo con peperoni – Piatto povero molto popolare, veniva servito per tradizione anche a ferragosto.
  • Baccalà con patate – Semplice, ma gustoso. Nella cultura popolare romana rappresenta il classico secondo piatto di pesce del venerdì.

CUCINA POVERA: LA NOSTRA OFFERTA ISPIRATA ALLE RICETTE DI UNA VOLTA

Cosa ne pensi? Ti sono piaciuti i piatti della cucina povera di cui ti abbiamo parlato in questo articolo?

Hai voglia di assaggiarli o di conoscere l’intera offerta del nostro menu?

Allora non esitare, ti aspettiamo nel nostro ristorante in Via San Paolo alla Regola 29/31 a Roma.

Per prenotare il tuo tavolo puoi compilare il form online, oppure contattarci telefonicamente al numero 066861917.

post

Cena a base di Pesce – Le ricette di Mare alla Romana

Pesce Fresco Roma?

Hai voglia di una bella cena a base di pesce fresco a Roma? Come darti torto!

Il mare d’altronde sarà anche pieno di pesci, come si suol dire, ma le ricette della tradizione capitolina sono qualcosa di eccezionale.

Ecco perché mangiare pesce a Roma è un’esperienza unica, da assaporare nel migliore dei modi.

Bisogna trovare la qualità giusta e il posto migliore dove gustarla. Dall’ antipasto veloce alla cenetta sfiziosa.

E perché no: anche per le occasioni speciali.

La cena della vigilia di Natale a base di pesce, ad esempio, rappresenta un’ottima soluzione per tutta la famiglia.

E poi vuoi mettere il fascino di una bella cena romantica a base di pesce al primo appuntamento o per il vostro anniversario di coppia?

Ecco perché in questo articolo ti condurremo alla scoperta dei migliori menu di pesce della Capitale.

Sei pronto? Allora iniziamo subito.

CENA A BASE DI PESCE: IDEE E TRADIZIONI ROMANE

La tradizione romana pullula di specialità di mare. Con una varietà di ricette sane, veloci e gustose, che hanno pochi eguali in Italia e al mondo. Piena di idee antipasti, primi e secondi: non manca proprio nulla. Ecco perché non ci rimane che scoprire i piatti a base di pesce più sfiziosi della cucina tipica romana. Curioso? Allora ti farà piacere sapere che abbiamo selezionato per te i migliori menu per una cena di mare coi fiocchi. Buona lettura e…buon appetito.

CENA PESCE: RICETTE

Andiamo a scoprire il nostro menu di pesce dall’antipasto al secondo.

Per quanto riguarda gli antipasti di pesce, consigliamo:

  1. Carpaccio di pesce spada – Immancabile per chi vuole cenare con i migliori pesci di mare. Piatto fresco e gustoso come pochi. Noi amiamo insaporirlo con sale e olio;
  2. Insalata di polpo – Piatto tipico del centro-sud Italia. Perfetto per una cena leggere estiva, ma non solo. Tra i migliori antipasti facili e veloci. Noi lo condiamo con olio, sale e limone. Serviamo con insalata verde;
  3. Sauté di cozze e vongole – Antipasti semplici per eccellenza, a noi piace saltarli in padella a fuoco vivo. Per condirli con pomodoro, olio, aglio, prezzemolo, vino bianco;
  4. Scampi olio e limone – Per la serie antipasti sfiziosi e veloci, cosa può esserci di più gustoso? Scampi freschissimi conditi con un filo d’olio e limone;

Passiamo ai primi di pesce particolari:

  1. Risotto alla crema di scampi – Ci piace prepararlo usando riso Carnaroli, scampi freschi, olio. Categoria: primi piatti di pesce raffinati, ma anche semplici da preparare;
  2. Tagliolini gamberetti e zucchine – Li facciamo con pasta all’uovo fresca lunga, zucchine romanesche, gamberetti freschi, pomodori pachino, olio;
  3. Minestra fagioli e cozze – Utilizziamo fagioli Borlotti, polpa di pomodoro, cozze del mediterraneo, olio;
  4. Zuppa di crostacei – La nostra ricetta comprende vongole veraci, cozze del mediterraneo, gamberi rossi, scampi, mazzancolle, pomodori pachino, peperoncino, vino bianco secco, olio.

Concludiamo con i secondi piatti a base di pesce:

  1. Baccalà con patate – Con salsa di pomodoro ciliegino e olio;
  2. Seppiette al sugo con piselli – Un classico della cucina romana;
  3. Calamari fritti – Con pastella croccante e saporita;
  4. Spigola imperiale con carciofo – Uno dei secondi di pesce raffinati più buoni che esistano.

CENA A BASE DI PESCE: LA NOSTRA OFFERTA

Che ne pensi delle ricette per cena a base di pesce che ti abbiamo presentato?

Sei curioso di assaggiarle o scoprirne di nuove?

Ti aspettiamo nel nostro ristorante, in Via San Paolo alla Regola 29/31 per la tua cena di pesce romantica, di lavoro o in famiglia. Scoprirai una genuinità degna del migliore menu di pesce fatto in casa.

Per prenotare un tavolo per la tua cena di pesce compila il form o chiamaci allo 066861917.

post

Piatti a base di carne – Le migliori ricette tipiche romane

Vai matto per i piatti a base di carne? Se sei curioso di conoscere le migliori ricette romane, ma anche dove pranzare o dove cenare a Roma con le tue pietanze preferite, stai leggendo l’articolo giusto. La carne rappresenta una dei cibi più presenti nella cucina popolare della Capitale d’Italia.

Ecco perché in questo articolo ti condurremo in un viaggio alla scoperta delle migliori ricette di carne. Inizieremo il nostro viaggia partendo dagli antipasti tipici, per poi passare ai primi piatti e concludere con i secondi di carne.

Dalla carne al forno, immancabile nelle ricette pranzi domenicali di una volta, fino ad arrivare alle ricette particolari più originali e innovative di oggi.

Hai già l’acquolina in bocca? Allora prima di preoccuparti di cosa cucinare per cena, dai un’occhiata ai menù di carne che abbiamo da proporti.

Sei pronto? Iniziamo subito.

PIATTI A BASE DI CARNE: LE RICETTE DELLA TRADIZIONE ROMANA

Molte ricette con carne tipiche di Roma, derivano dalla cucina povera. I ceti più poveri, infatti, dovevano accontentarsi del cosiddetto quinto quarto, cioè i resti del bue o del vitello rimasti invenduti nei mercati. Mentre la carne di prima scelta era accessibile solo ai più ricchi. Dall’ingegno popolare, però, sono nate ricette originali, ancora oggi apprezzate e copiate in tutto il mondo.

ANTIPASTI DI CARNE ALLA ROMANA

Un menù completo, basato sulle migliori carni, non può che iniziare con il giusto antipasto.

Quale? Scegli tra le nostre specialità consigliate:

  1. Carpaccio di carne. Prelibata carne Angus Scozzese IGP di altissima qualità. Noi la serviamo cruda servirla cruda, con un filo di buon olio extravergine d’oliva;
  2. Affettato misto. Passiamo agli insaccati. Buoni anche come secondi di carne veloci, magari accompagnati con un po’ di pane. A noi piace comporre un piatto fresco, genuino e colorato che comprende prosciutto, mortadella e salami dei migliori norcini;
  3. Bresaola e rughetta. Delizioso carpaccio di bresaola della Valtellina. Accompagnata da rughetta, scaglie di parmigiano, olio extravergine d’oliva e un pizzico di sale;
  4. Prosciutto crudo. Ottimo soprattutto abbinato a ricette di carne estive, ma non solo. La nostra degustazione prevede dal San Daniele al prosciutto toscano. Magari da accompagnare con un melone di qualità.

PRIMI A BASE DI CARNE

Tra i migliori primi piatti a base di carne, ti proponiamo:

  1. Rigatoni all’Amatriciana. Un grande cult. Rigatoni d’eccellenza, guanciale, pomodoro, pecorino romano, olio extravergine d’oliva
  2. Lasagna al ragù. Sfoglia di pasta all’uovo condita con un ragù a base di pomodoro, carne di prima qualità, carote, cipolla e sedano
  3. Pasta alla Papalina. Pasta lunga condita con uova, prosciutto crudo, pecorino romano, sale, pepe e olio extravergine d’oliva;
  4. Paccheri alla gricia. Pasta corta condita con salsa alla gricia. Ovvero con base di pepe, guanciale e pecorino romano.

SECONDI PIATTI DI CARNE: LA NOSTRA TOP 5

Se vuoi mangiare secondi di carne sfiziosi, a Roma non hai che l’imbarazzo della scelta.

Ecco le nostre proposte:

  1. Abbacchio. Un grande classico tra i secondi di carne per natale e soprattutto pasqua. Essendo uno dei piatti al forno (o alla cacciatora) a base di agnello;
  2. Coda alla vaccinara. Esempio perfetto di quanto dicevamo in merito alle origini della cucina povera romana. Si tratta di condire la coda di bue o di vitello con pomodoro, sedano, carote, cipolla, cioccolato amaro e olio extravergine d’oliva;
  3. Filetto di manzo. A noi piace insaporirla utilizzando un filo d’olio extravergine d’oliva, sale grosso e pepe;
  4. Petti di pollo alla Trilussa. Non potevamo lasciarci senza una ricetta carne bianca tipica. Questa specialità prevede petti di pollo fritti ripassati in forno con mozzarella, pomodori pachino, piselli e prosciutto;
  5. Polpette di carne sfiziose. Noi le facciamo utilizzando macinato di manzo, zucchine, noce moscata, parmigiano, uovo, pinoli, pane inzuppato nel latte.

PIATTI A BASE DI CARNE – LA NOSTRA OFFERTA

Vuoi assaggiare questi piatti a base di carne che ti abbiamo presentato?

Oppure vuoi conoscere tutto il nostro menù, comprese le ricette di secondi senza carne? Non preoccuparti, ne abbiamo per tutti i gusti.

Ti aspettiamo per un’esperienza indimenticabile nel nostro ristorante nel cuore della Capitale, in via San Paolo alla Regola 29/31. Per prenotare il tuo tavolo, compila il form o chiama lo 066861917.

post

Ristoranti particolari Roma – Tra tradizione e innovazione

[:it]Sei alla ricerca di ristoranti particolari a Roma?

Se sei un cittadino della Capitale lo saprai già, se sei un turista te lo diciamo noi: in quanto a particolarità, i locali romani hanno delle caratteristiche uniche al mondo.

Perché concedersi un aperitivo, pranzare o cenare a Roma, è un’esperienza unica nel suo genere. Non solo a livello gustativo, ma a 360 gradi.

Non a caso la storia della città della Lupa, è contrassegnata dal fiorire di trattorie tipiche particolari, come le osterie e le fraschette.

Luoghi di aggregazione unici nel loro genere. Nei quali potersi incontrare per assaporare le migliori ricette romanesche, ma anche per chiacchierare e divertirsi. Come? Per esempio intonando i famosi stornelli romani.

Luoghi amatissimi dai romani. Ma anche dai turisti, che li percepiscono come dei ristoranti divertenti di Roma, di cui ne ammirano l’espressione popolare e tradizionale.

Essendo spesso alla ricerca di locali dove si mangia e si balla a Roma e in giro per il mondo.

Dove trovare ristoranti particolari Roma e cosa mangiare

Finora abbiamo parlato di locali divertimenti e di spensieratezza, ma anche una cena romantica a Roma non può avere eguali in nessun angolo della Terra. Impossibile trovare una cornice migliore per una coppia rispetto ai ristoranti di Roma centro. Un’atmosfera unica quella tra Campo de’ Fiori, Trastevere, il Ghetto Ebraico e il Colosseo. Proprio qui sorge la nostra Osteria Romana.

Osteria Romana: storia ed evoluzione

La tradizione garantita da casa Simmi, famiglia di ristoratori fin dal 1922, l’atmosfera unica del cuore dei posti romantici di Roma, il giusto mix tra la cucina più antica e quella più giovane.

Ecco i segreti del successo della nostra Osteria Romana. Fondata sulla cura dei particolari: dall’utilizzo di materie prime di qualità assoluta, al rispetto delle ricette tradizionali romane. Senza tralasciare, però, la ricerca di una cucina al passo con i tempi e con le innovazioni del nostro tempo.

Nel corso degli anni, tanti sono stati gli attestati di stima e le visite di personalità importanti e personaggi famosi. Avvenimenti che, potremmo dire simpaticamente, ci hanno fatto diventare il ristorante della cena e spettacolo a Roma.

Da Walt Disney a Bresniev, Bill Clinton e i Reali di Spagna. E poi Jane Fonda, Jerry Calà e Massimo Ranieri, Stefano Accorsi. Fino al mondo dello sport, con Luciano Spalletti o Mario Pescante.

I piatti più particolari della cucina romana

Ma quali sono le pietanze più ricercate e richieste nei ristoranti particolari a Roma?

Per fare chiarezza su questo, abbiamo stilato per te un elenco dei migliori piatti.

Puoi iniziare a mangiarli con gli occhi mentre ne leggi le ricette, ma ti assicuriamo che nella realtà sono ancora meglio.

Iniziamo con gli antipasti:

Per quanto riguarda invece i primi, ti consigliamo:

Concludendo, per quanto concerne i secondi piatti, ti suggeriamo:

Ristoranti particolari Roma: hai scelto cosa mangiare?

Ti sono piaciuti i piatti che ti abbiamo proposto, mentre parlavamo di ristoranti particolari Roma?

Vorresti assaggiarli o conoscere l’intero menù del nostro locale?

Allora ti aspettiamo in Via San Paolo alla Regola 29/31 a Roma.

Per prenotare il tuo tavolo compila il nostro form online, oppure contattaci telefonicamente al numero 066861917.[:]

post

Ricette dieta mediterranea: cosa mangiare al ristorante

[:it]Ti piace seguire le regole delle ricette dieta mediterranea?

Fai bene a voler mangiare sano e a prenderti cura della tua salute.

Ma ciò non significa che tu debba rinunciare ad una bella cenetta a lume di candela al ristorante con la persona che ami. Oppure che tu non possa partecipare ad un importante pranzo di lavoro fuori ufficio.

In questi casi, non hai bisogno di digiunare. La cucina mediterranea comprende ricette facili che prevedono l’utilizzo di prodotti tipici italiani davvero gustosi, ma allo stesso tempo leggeri e genuini.

Basta saper distinguere cosa mangiare e dove farlo. Ovvero in un ristorante che utilizzi le giuste materie prime e che serva piatti in linea con il tuo regime alimentare e la tua voglia di una dieta equilibrata.

Ricette dieta mediterranea: in cosa consistono e dove trovarle

Le ricette della dieta mediterranea tendono a privilegiare il consumo di cereali, frutta, verdura, semi e olio di oliva. Ma ammettono anche un moderato consumo di pesce, di carni bianche, legumi, uova, latticini, vino rosso e anche dolci. Mentre tende a smorzare l’utilizzo di carni rosse e grassi animali. E allora cosa mangiare fuori casa? Abbiamo preparato per te alcune idee. Gustale in pieno, in tutti i sensi.

Dieta mediterranea: ricette per dimagrire ma non solo

Secondo il Seven Country Study, le ricette della dieta mediterranea prevedono il seguente consumo settimanale:

  • 5-6 porzioni di pesce;
  • 3 porzioni di patate;
  • 4 porzioni tra carni bianche e pollame;
  • 3 porzioni di uova;
  • 4 porzioni di olive, legumi e noci;
  • 3 porzioni di dolci.

Prevede inoltre l’assunzione di 4 porzioni di carni rosse al mese.

Dieta mediterranea: menù

Alla luce di quanto detto fino a questo momento, abbiamo stilato per te un elenco di piatti adatti a rispettare diete settimanali equilibrate anche mangiando tranquillamente al ristorante.

Iniziamo con gli antipasti:

  1.  Frittata di patate;
  2.  Bruschette;
  3. Fritti misti vegetali.

Come puoi vedere si tratta di antipasti a base di patate, pane e alimenti di origine vegetale. Tre capisaldi delle ricette dieta mediterranea perfette.

Proseguiamo con i primi piatti:

  1.  Minestra fagioli e cozze;
  2.  Gnocchi al sugo di pomodoro e basilico;
  3. Gnocchetti di patate con vongole.

Anche in questo caso, abbiamo puntato su patate (gnocchi) e vegetali (fagioli). Oltre che sul pesce, uno degli alimenti più presente nelle proporzioni descritte sopra.

Passiamo adesso ai secondi piatti. Dove entrerà finalmente in gioco un altro protagonista importante della cucina italiana:

  1. Petti di pollo alla Trilussa;
  2. Petti di pollo panati;
  3. Pollo con peperoni;
  4. Baccalà con patate;
  5. Filetti di baccalà fritti.

In questo caso, infatti, abbiamo inserito anche la carne. Rigorosamente bianca. E abbiamo puntato ancora sul pesce (nello specifico il baccalà) e nuovamente sulle patate, come contorno dello stesso.

E ricorda che a questi puoi aggiungere un consumo a settimana di carne rossa.

Come vedi i piatti non mancano e puoi prenderli come esempio dieta mediterranea. Ma il vero segreto è quello di comprendere il meccanismo di questo modello alimentare sano e saperne dosare le quantità di conseguenza. Se riesci a fare questo, sei sulla strada giusta.

Ricette dieta mediterranea: ecco dove gustarle

Ti sono piaciute le ricette della dieta mediterranea che ti abbiamo presentato?

Hai voglia di assaggiarle o di conoscerne di nuove? Osteria Romana ha un vasto menù di specialità tipiche romane ed italiane da scoprire.

Ti aspettiamo nel nostro ristorante, in Via San Paolo alla Regola 29/31 per i tuoi pranzi e le tue cene a Roma.

Per prenotare il tuo tavolo puoi compilare il form online, oppure contattarci telefonicamente al numero 066861917.[:]

post

Pranzare a Roma – Dalla pausa di lavoro alla domenica

[:it]Sei alla ricerca dei migliori ristoranti dove pranzare a Roma?

Che tu debba organizzare un pranzo di famiglia o uno romantico, oppure che possa concederti solo una breve pausa dal lavoro, sei comunque nel posto giusto.

In questo articolo, infatti, ti guideremo alla scoperta delle migliori ricette romanesche e su dove trovarle all’ora di pranzo.

Cercheremo di soddisfare tutte le tue necessità: se vuoi mangiare spendendo poco, se cerchi dove pranzare a Roma centro, se desideri mangiare pesce a Roma oppure carne. Ma anche qualcosa di vegetariano.

Qui troverai le risposte che cerchi.

Ecco perché, a questo punto, non ci rimane che iniziare subito questo nostro percorso. Alla scoperta dei uno dei momenti sacri della vita e della storia dei romani: il pranzo.

Dove pranzare a Roma e con cosa

Vuoi pranzare a Roma in maniera veloce prima di rientrare al lavoro, ma senza rinunciare ai tuoi piatti preferiti? Quello che ti serve è un’Osteria Romana tipica. Stesso discorso, se vuoi riassaporare le ricette della nonna. Così come le ricordi, o con un tocco di innovatività in più. Idem il week-end: il pranzo a Roma domenica, storicamente, è molto più che semplice mangiare. Significa riunire la famiglia. È cibo, ma anche amore. È cultura e tradizione. Ma chi ha detto che bisogna per forza cucinare tutto da soli e che non si possa farsi coccolare dai migliori ristoranti di Roma, magari nella suggestiva cornice di Trastevere?

I piatti migliori per mangiare pesce a Roma

Ai tempi dell’Impero Romano, si chiamava “prandium” e si faceva intorno a mezzogiorno. Il menu era variabile tra una ciotola di legumi, spiedini di carne, formaggi, fichi o pesce alla griglia.

Proprio dal pesce, iniziamo a conoscere le specialità più apprezzate da chi decide di pranzare a Roma fuori di casa.

Piatti buoni, ma non solo: anche mangiando pesce di qualità, è possibile gustare un pranzo a Roma economico.

Ecco i nostri consigli:

  • Risotto agli scampi: Specialità italiana dal gusto delicato e dolce. Queste caratteristiche rendono il risotto alla crema di scampi un ottimo piatto per il pranzo. Piace molto anche ai bambini;
  • Tagliolini gamberi e zucchine: Un abbinamento vincente, buono e sostanzioso, ma dalle poche calorie. Perfetto per non appesantire chi fa una vita sedentaria, magari proprio da ufficio e vuole stare attento alla linea;
  • Spigola alla griglia: Passiamo alle ricette con pesce per i secondi piatti. Grazie a questa specialità leggera, gustosa e delicata. Ideale per chi fa la dieta, come nel caso dei tagliolini gamberi e zucchine. Si tratta, infatti, di una delle qualità di pesce più buone, ma anche dal più basso contenuto calorico. A noi piace grigliato, per ricalcare la tradizione dei pranzi dell’antica Roma.

Il Menu di terra tipico per un pranzo alla romana

Dal mare alla terra. Ecco le specialità di terra dalle quali potresti attingere per un buon pranzo alla romana.

  • Lasagna al ragù: Nell’immaginario popolare romano, la lasagna rappresenta il pasto che veniva desiderato con spasmodica attesa durante l’intera settimana. Fin quando, finalmente, arrivava sulle tavole per il pranzo della domenica. A noi piace prepararla nello stesso modo di allora, seguendo la ricetta tradizionale che ci hanno tramandato i nostri genitori e i nostri nonni;
  • Gnocchi al sugo di pomodoro e basilico: Piatto semplice che ci riporta alla tradizione della pasta fatta in casa per il pranzo o un evento in famiglia;
  • Pollo con peperoni: Piatto tipico, che affonda le proprie radici nella cucina romana povera. Tradizionalmente utilizzato per il pranzo e per ferragosto. Si tratta di uno dei piatti più richiesti nei ristoranti tipici a Roma, soprattutto nel nostro.
  • Abbacchio alla cacciatora o al forno: Un classico intramontabile tra i secondi piatti romani per pranzo, specialmente la domenica.

Pranzare a Roma: hai già scelto il locale giusto per te?

Giunti a questo punto non ti rimane che scegliere dove pranzare a Roma.

Hai voglia di assaggiare i piatti tipici che ti abbiamo presentato in questo articolo o di conoscerne di nuovi?

Ti aspettiamo nel nostro ristorante, in Via San Paolo alla Regola 29/31 per i tuoi pranzi e le tue cene a Roma.

Per prenotare il tuo tavolo compila il form o chiamaci allo 066861917.[:]

post

Migliore Amatriciana di Roma: come mangiarla

[:it]Ami mangiare pasta e vorresti scoprire la migliore Amatriciana di Roma?

Allora sei nel posto giusto. In questo, infatti, articolo andremo alla scoperta della ricetta che forse più di tutte esprime le materie prime e i cibi tipici del Lazio.

Svelandoti come è fatta e dove mangiare a Roma un’amatriciana con i fiocchi.

Ma anche ripercorrendone origini, storia ed evoluzione.

Pronto ad iniziare questo viaggio? Allora iniziamo subito.

Tutto ciò che devi sapere sulla migliore Amatriciana di Roma

L’amatriciana, o come molti dicono a Roma “la matriciana”, altro non è che un condimento per la pasta che prende il nome dal suo paese d’origine: Amatrice. Si tratta di un Comune in provincia di Rieti. Ma come nasce e come è fatta? E, soprattutto, dove trovarla? Andiamo a scoprirlo insieme.

La storia dell’Amatriciana: in principio era la Gricia

È la Gricia, un altro dei piatti più famosi e apprezzati del Lazio, ad essere la vera antenata dell’amatriciana.

Sull’origine del nome della Gricia ci sono diverse teorie. Due sembrano essere quelle più accreditate:

  1. Tale denominazione deriva dal cosiddetto “gricio”, ovvero il venditore di pane e generi alimentari dell’ottocento secondo i romani;
  2. Grisciano, paesino vicino Amatrice, darebbe il nome a questa specialità culinaria.

Essa era solitamente consumata dai pastori che andavano per pascoli, portando con loro pasta secca, guanciale, strutto, pepe e pecorino.

In seguito, con l’invenzione della salsa di pomodoro, essa venne aggiunta anche alla Gricia, dando vita, alla fine del diciottesimo secolo, all’Amatriciana.

Nacque così uno dei primi piatti più importanti della tradizione romana e del Lazio, ma non solo. Sicuramente tra i più amati in tutta Italia e imitati nel mondo.

Insieme alla stessa gricia, alla carbonara o alla cacio e pepe.

Ma il vero boom della popolarità dell’Amatriciana avvenne esattamente tra l’Ottocento e l’inizio del Novecento. Grazie ai contatti, sempre più fitti, tra Roma e Amatrice.

Questo piatto fu talmente ben accolto da essere presto considerato un classico della cucina romana. Nonostante fosse nato altrove. A testimonianza della forte unione che può creare la cucina.

Amatriciana Roma: ricetta

A noi piace preparare questo piatto seguendo la ricetta tradizionale. Ma quello che fa la differenza tra la migliore amatriciana di Roma e una arrangiata, è l’utilizzo di ottime materie prime.

Il sugo per un’Amatriciana perfetta prevede:

  1. Guanciale dei migliori norcini, soffritto e sfumato con vino bianco secco;
  2. Pomodorini ciliegini freschi;
  3. Pecorino Romano, quello che possiede la Denominazione di Origine Protetta (DOP).

E poi l’utilizzo dell’olio extra vergine di oliva e della pasta più adatta. Noi, per i nostri rigatoni all’amatriciana, ci affidiamo a De Cecco, un’eccellenza italiana dal 1886.

Solo così è possibile fare un’esperienza culinaria e sensoriale a 360 gradi. Come la ricetta merita. Perché, come diceva il poeta, scrittore e giornalista italiano Carlo Baccari:

“… e lì tra gli armenti, da magica mano, nascesti gioiosa nel modo più strano la pecora mite e il bravo maiale, donarono insieme formaggio e guanciale”. Questo è l’amatriciana romana.

Non solo cibo, ma anche tradizione, storia, cultura. E soprattutto emozione. Ed è così che bisogna approcciarsi alla cucina tipica di questo territorio.

Migliore Amatriciana di Roma e non solo: la nostra offerta

Sei vuoi mangiare la migliore Amatriciana di Roma, devi andare nelle migliori trattorie tipiche della Capitale.

Ti consigliamo di provare la nostra ricetta, forte del rispetto della migliore tradizione e dell’impiego di materie prime selezionate e originarie del Lazio, come ti abbiamo già accennato.

Se vuoi venire ad assaggiarla, oppure a conoscere più da vicino gli altri piatti del nostro menu, ti aspettiamo nel nostro ristorante.

Ci troviamo in Via San Paolo alla Regola 29/31.

Per prenotare il tuo tavolo compilare il form online oppure chiamaci allo 066861917.[:]

post

Cucina popolare: dal quinto quarto ai carciofi alla romana

[:it]Sei quella che si dice “una buona forchetta” amante della cucina popolare?

Allora sei nel posto giusto.

In questo articolo, infatti, ci lanceremo alla scoperta dei cibi tipici del Lazio e di Roma in particolare, essendo un’Osteria Romana tipica. Ma con una finestra sempre aperta sul resto d’Italia.

Non solo piazza alla romana, insomma. La Capitale, forte della propria tradizione e dell’influenza di tante altre, offre molto di più.

Andiamo quindi a scoprire insieme le migliori ricette della cucina popolare di Roma e dintorni.

Sei pronto? Di la verità, hai già l’acquolina in bocca?

La storia della cucina popolare e dove gustarla

La cucina popolare italiana affonda le proprie radici nel IV secolo a.C. Successivamente è stata influenzata, in particolar modo, dalla cucina della Grecia antica, da quella bizantina e da quella araba. Nonché da quella ebraica e quella dell’Antica Roma. Ecco perché la cucina romana antica e quella nazionale saranno sempre, visceralmente, legate l’una all’altra. In un modo o nell’altro.

Cucina povera: le origini popolari della cucina romana

Musica romana popolare, cucina prelibata e ottima compagnia. Cosa poteva esserci di meglio, nel periodo del fiorire delle fraschette tipiche romane?

Perché questo hanno rappresentato quei luoghi mitici per i romani. E spesso lo sono tutt’ora.

Non solo cucina fine a sé stessa, dunque. Ma anche un modo di essere e di vivere. Fenomeni di cultura e costume. Questo è per Roma il vero senso del cibo. Che univa anche nel solco della tradizione cosiddetta “povera”.

E il quinto quarto era il simbolo della cucina povera romana. Oltre che di un certo orgoglio e ingegno. Quello di chi deve arrabattarsi per sfamare la famiglia in modo soddisfacente.

Forse ti starai chiedendo: “ma il quinto quarto cos’è esattamente?”.

Non è altro che ciò che resta dell’animale, tolte le parti pregiate che erano destinate ai benestanti. Ovvero coloro che potevano permettersi i due quarti anteriori e i due quarti posteriori.

Gli altri dovevano accontentarsi dei resti dei vitelli o dei bovini rimasti invenduti nei mercati.

Ma la cucina popolare romana, alla quale attingevano le classi meno abbienti, comprendeva anche farina e legumi prodotti dal vicino Agro.

Ricette quinto quarto e non solo

Dalla tradizione popolare povera, di cui abbiamo accennato, sono nate ricette che hanno fatto la storia, apprezzate oggi da tutti i romani e dai tanti turisti provenienti da ogni parte del mondo.

Carne, ma non unicamente: c’è spazio anche per pesce e alimenti vegetariani. Ecco alcuni esempi di piatti della cucina popolare romana. Povera e non.

  1. Frittata di patate. Considerata da sempre un piatto economico nell’immaginario popolare collettivo;
  2. Fritti misti vegetali. Zucchine romanesche, broccoli romaneschi e peperoni;
  3. Zuppa di crostacei. Discorso simile a quello relativo al quinto quarto. Questo piatto ha origini povere perché per realizzarlo venivano utilizzate esclusivamente le parti del pesce rimaste invendute o di scarso valore. Si tratta inoltre di una ricetta che ha conosciuto una grande espansione sia in Italia che all’estero;
  4. Coda alla vaccinara. Il luogo di nascita di questo piatto dice tutto. Parliamo delle osterie del Rione dove abitavano i cosiddetti “vaccinari”. Ovvero le persone che si occupavano della macellazione dei bovini. Si prepara con la coda di bue o, in alternativa, con quella di vitello. Ottima condita con pomodoro, sedano, carote, cipolla, cioccolato amaro e olio extravergine d’oliva. Come piace a noi;
  5. Bollito alla Picchiapò. A proposito di ingegno. In questo caso la cucina popolare povera cercava di sfruttare un solo ingrediente per dare vita ad un pasto completo. Come? Utilizzando la carne, oltre che come secondo, anche per preparare il brodo per il primo;
  6. Polpette e zucchine ripiene. Altro piatto di origine povera. In passato, infatti, era ricavato grazie al riciclo degli avanzi del bollito;
  7. Pollo con peperoni. Tipico piatto della cucina povera, la tradizione popolare voleva che venisse servito in particolare a ferragosto.

Cucina popolare: la nostra offerta

Ti sono piaciuti i piatti della cucina popolare di cui ti abbiamo parlato in questo articolo?

Hai voglia di mangiarli o di conoscerne altri?

Allora ti aspettiamo nel nostro ristorante, sito in Via San Paolo alla Regola 29/31 a Roma.

Per prenotare il tuo tavolo puoi compilare il form online, oppure contattarci telefonicamente al numero 066861917.[:]